SCOMPARE MILAN KUNDERA, AUTORE DI CAPOLAVORI DELLA LETTERATURA CONTEMPORANEA  

Lo scrittore ceco naturalizzato francese, celebre per il best seller internazionale L’insostenibile leggerezza dell’essere, muore a Parigi all’età di 94 anni. La notizia è stata divulgata questa mattina dalla televisione ceca. 

Le sue opere oggi sono tradotte in una quarantina di lingue, ma Kundera non concesse a nessuno i diritti di traduzione in lingua ceca, dato che esse vennero proibite in Cecoslovacchia a partire dal 1969. Nella sua patria natia il romanzo L’insostenibile leggerezza dell’essere è pubblicato solamente nel 2006. 

Kundera emigra in Francia con la moglie Vera Hrabanková nel 1975, a seguito dell’espulsione dal regime comunista; con la pubblicazione de Il libro del riso e dell’oblio, gli è revocata la cittadinanza cecoslovacca (che riottiene solamente all’età di 90 anni, nel 2019). 

L’autore, che esordisce come poeta, debutta come drammaturgo nel 1962 (con I proprietari delle chiavi), trovando tuttavia vocazione nella narrazione con il primo libro di racconti – Amori ridicoli  pubblicato nel 1963. 

Lo scherzo, suo primo romanzo pubblicato nel 1967, è una satira che affronta la realtà cecoslovacca del tempo, dove compaiono temi affrontati anche in opere successive: protagonista è l’attualità politico-sociale del suo paese, inserita nel contesto della problematica condizione dell’uomo moderno. 

Nel corso della sua carriera Milan Kundera riceve numerosi riconoscimenti, tra cui si ricordano il Nelly-Sachs-Preis (1987), la Medaglia al Merito della Repubblica Ceca (1995), il Premio Herder (2000) e il Gran premio di letteratura dell’Accademia Francese (2001). 

Milan Kundera

Librati con noi!

Iscriviti alla newsletter e scopri i dettagli della prossima edizione del Campania Libri Festival.